#EasyBonsai: Portulacaria Afra

Anche se molti classicisti e puristi dell’arte bonsai storceranno il naso, ecco a voi la Portulacaria Afra! Portulacaria-afra-Elephant-Bush-Miniature-JadeUna piantina a carattere arbustivo che secondo me può contribuire a farsi un pò di esperienza prima di mettere le mani su qualche altra specie -certamente più consona ma meno resiliente-.

La Portulacaria Afra, come suggerisce il nome, è una pianta succulenta che proviene dall’Africa meridionale e si presenta come un disordinato e rigoglioso cespuglio; somiglia molto all’altrettanto diffusa Crassula sia come sviluppo che come rusticità. Uno dei soprannomi inglesi della Portulacaria è “Elephant Bush” proprio perché costituisce buona parte della dieta degli elefanti del Sud Africa.

Coltivata in moltissimi giardini in tutta Europa con pochissime attenzioni ed il minimo delle cure è possibile ottenere dei buoni risultati ed avere, naturalmente anche in vaso, una stupenda vegetazione esotica.make portulac

Per questo è apprezzata anche da molti bonsaisti e data la relativa facilità di coltivazione si consiglia spesso ai neofiti per fare un pò di pratica senza rischiare di combinare troppi danni. Con le dovute potature e legature infatti possiamo modulare la forma dei rami, la densità della chioma e dargli la forma che più preferiamo; svilupparla come un tradizionale alberello in miniatura (nella foto a sinistra un esemplare di Ma-Ke Bonsai), approntare una larga foresta stile “baobab” (nella foto in alto: Nigel Saunders, KW bonsai society) o dare libero sfogo alla fantasia.

Gli unici accorgimenti per mantenere felice e rigogliosa la nostra Portulacaria Afra sono di evitare le gelate e le temperature invernali al di sotto dei 7-8° e, specialmente nella coltivazione bonsai, irrigare la terra solamente quando è completamente asciutta. Privilegiamo terriccio sabbioso e comunque sempre molto drenante, e nel periodo di crescita un fertilizzante liquido -io ne uso uno generico per le succulente-.

Inoltre ogni volta che potiamo la Portulacaria potremmo piantare i rametti asportati per farne delle talee, in quanto è molto semplice farle radicare! Queste sono le mie quattro talee di circa un anno:Portulacaria cuttings 2

 

Quindi cosa aspettate a procurarvi una Portulacaria Afra? In un vivaio ma anche nel giardino della nonna, la particolarità del tronco, le piccole foglie ovali e la semplicità di coltivazione vi regaleranno presto grandi soddisfazioni!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: